Formazione Online | Tassonomia green per l’idrico

Tassonomia green per l’idrico


Acquisire gli strumenti operativi per implementare la rendicontazione dei criteri di sostenibilità e accedere a vantaggi economico finanziari e reputazionali

Formazione Online
online
  • 11 Lug 2024 > 18 Lug 2024
  • 21 ore
  • online

In promozione fino al 03/06

La Tassonomia è fondamentale per un futuro green, ma anche è lo strumento per accedere a risorse finanziarie e opportunità riservate alle imprese che concepiscono la sostenibilità come driver strategico.

In particolare, le aziende del settore idrico possono sfruttare la trasparenza e l’affidabilità dello strumento di rendicontazione per ottenere:

  • i finanziamenti e le risorse pubbliche messe a disposizioni dalle istituzioni a sostegno di progetti sostenibili, come i fondi PNRR
  • i sempre maggiori capitali privati che scelgono fi investire in aziende classificate come sostenibili
  • un maggiore valore reputazione verso gli stakeholder, per realizzare nuove relazioni di business e avere un accesso agevolato al credito.

Per valutare e incrementare il livello di sostenibilità della propria impresa dev’essere coinvolto un team multidisciplinare che includa i manager ESG, i responsabili FINANCE di bilancio e controllo di gestione e i capi del settore TECNICO debitamente formati in modo che possano lavorare in maniera integrata.

Quindi, per te che lavori nel settore idrico e hai già realizzato il processo tassonomico con alcuni dubbi operativi e per te che devi implementarlo e vuoi partire al meglio, approfitta a luglio di un corso incentrato sull’operatività e l’attuazione pratica.

21 ore di formazione, 3 consulenti esperti e 3 approfondimenti su:

  • FINANCE per definire i criteri economico finanziari e declinarli correttamente in rendicontazione
  • TECNICO per raccogliere in maniera corretta il dato e implementare un processo di monitoraggio per la valutazione continua
  • OPERATIVO per applicare la norma e implementare una procedura corretta e sinergica con le altre attività aziendali.

In più, per darti strumenti subito applicabili in azienda il corso propone:

  • un focus sulle ambiguità interpretative della norma e sulle possibili soluzioni
  • un’esercitazione per creare una roadmap da utilizzare per attivare, monitorare e migliorare il processo di rendicontazione
  • le testimonianze di Gruppo CAP, servizio pubblico all’avanguardia, e di REF Ricerche, consulente punto di riferimento del settore idrico per confrontarsi su criticità e best practice risolutive
  • un confronto in sessione interattiva guidata per affrontare insieme – docenti e partecipanti – le complessità del tema e gli ostacoli operativi.

 

Grazie alla nostra certificazione UNI EN ISO 9001:2015 potrai sfruttare le opportunità della formazione finanziata

A chi si rivolge


Il corso è studiato per coloro che operano in aziende mono o multiutility del servizio idrico e sono coinvolti in processi legati alla sostenibilità:

  • Responsabile sostenibilità/ESG
  • Responsabile Bilancio/amministrazione e finanza
  • Responsabile controllo di gestione
  • Responsabile ambiente e qualità
  • Responsabile Impianti/stabilimento
  • Responsabile Tecnico
  • Responsabile Facility e Logistica
  • Energy manager

 

Inoltre, si rivolge a consulenti e revisori che lavorano a supporto del settore idrico in ambito ESG.

Perché partecipare


Partecipa alle 3 giornate di formazione per:

  • includere nella politica aziendale i tre pilastri ESG e il principio DNSH e posizionarti in modo competitivo nel mercato, attirare più investitori sensibili alle tematiche ESG e migliorare la reputazione aziendale
  • analizzare la normativa di settore relativa alla sostenibilità e valutare le sue implicazioni sulla rendicontazione tassonomica per ottimizzare i processi e attivare procedure sinergiche e coerenti
  • identificare i criteri economico finanziari e i criteri tecnici per identificare e sfruttare finanziamenti agevolati, investimenti green e accesso al credito
  • valutare l’adeguatezza e l’allineamento percentuale ai requisiti e alle soglie di vaglio tecnico per attrarre e trattenere risorse, migliorare la trasparenza e aumentare la fiducia degli stakeholder
  • implementare gli standard ESRS e IFRS S e una strategia di sostenibilità definendo responsabilità, obiettivi, interventi, investimenti e le relative implicazioni sul business
  • anticipare i temi dell’auditing di revisore contabile per essere conformi, per ridurre il rischio di sanzioni e per allinearsi alle migliori pratiche del settore
  • contribuire alla mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici per ridurre i costi operativi, migliorare l’efficienza energetica e mantenere la conformità normativa.

 

Programma


11 luglio 2024

dalle 09.00 alle 13.00

La sostenibilità come elemento strategico e strutturale delle politiche aziendali nel settore idrico: perché non è sufficiente parlare di tassonomia

I tre pilastri ESG e l’importanza che non vadano in contrasto secondo il principio Do No Significant Harm (DNSH):

  • Ambientale
  • Sociale
  • Governance

Inquadrare la normativa di settore legata alla sostenibilità e gli impatti sulla rendicontazione tassonomica:

  • EFRAG European Financial Reporting Advisory Group
  • CSRD Corporate Sustainability Reporting Directive – Delibera 2022/2464/EU
  • ESRS
  • VSME ESRS
  • IFRS S
  • Doppia materialità ESRS e materialità finanziaria IFRS S
  • Altri standard

Gli aspetti cardine della Tassonomia dal punto di vista FINANCE per impostare o rivedere l’intero processo:

  • Cos’è e cosa non è la Tassonomia
  • Valutare il contributo dell’attività agli obiettivi tassonomici secondo
    • adeguatezza: valutazione d’inclusione e conformità ai requisiti e alle soglie di vaglio tecnico
    • allineamento: percentuale di attività economiche (fatturato, CapEx e OpEx) in linea con i criteri e sua evoluzione nel tempo
  • Le figure coinvolte all’interno dell’azienda e come possono collaborare in modalità integrata
  • I 6 obiettivi climatici e ambientali e come si applicano al settore idrico
    1. mitigazione dei cambiamenti climatici
    2. adattamento ai cambiamenti climatici
    3. uso sostenibile e protezione delle acque e delle risorse marine
    4. transizione verso un’economia circolare
    5. prevenzione e riduzione dell’inquinamento
    6. protezione e ripristino della biodiversità e degli ecosistemi
  • Standard e regole dal punto di vista economico e finanziario
  • Raccolta del dato e sua classificazione
  • Integrazione e dialogo con il report di sostenibilità

Prepararsi all’auditing a partire dall’integrazione del report di sostenibilità nel bilancio d’esercizio

  • Le indicazioni generali dei revisori per le società soggette
  • Gli impatti sulle società non soggette

Walter Rotondaro, CEOTaxLawPlanet

 

dalle 14.00 alle 17.30

I criteri TECNICI cruciali della Tassonomia, l’adozione di processi e tecnologie sostenibili per aumentare dell’efficienza operativa:

  • Criteri di vaglio tecnico e loro interpretazione
  • Analisi della tipologia dei materiali
  • I KPI e procedure per l’aggiornamento e la revisione periodica dei criteri tecnici
  • Il coinvolgimento degli stakeholder nel processo di definizione e revisione dei criteri tecnici

I vantaggi che tutte le imprese potranno ottenere dalla classificazione di attività eco-sostenibile:

  • Per le imprese obbligate e le imprese presenti nella catena di fornitura
  • Come intercettare risorse pubbliche e private:
    • PNRR transizione 5.0
    • finanziamenti agevolati
    • investimenti
    • altri bandi

Le sfide della tassonomia nella mitigazione e l’adattamento ai cambiamenti climatici:

  • Riduzione carbon footprint
  • Riduzione consumi energetici
  • Analisi rischi infrastrutturali

Identificare gli elementi di coerenza e di dialogo con le altre normative, regolamentazioni e policy per ottimizzare le attività in azienda:

  • National Energy and Climate plans 2021-2030 (NECP)
  • La Task Force on Climate-related Financial Disclosures (TCFD) e i rischi climatici
  • La normativa del Servizio Idrico Integrato
  • La regolamentazione ARERA
  • Le certificazioni su qualità, ambiente e sicurezza
  • Il codice etico aziendale e l’inclusione di principi di sostenibilità
  • La complementarietà tra la mitigazione dei rischi informatici (NIS2) e ambientali

La catena del valore, scegliere fornitori sostenibili ed essere scelti dalla filiera:

  • La gestione dei fornitori e il tipo di materiale o servizio acquistato
  • Il controllo e messa in opera
  • Dismissioni o rinnovi di cantiere per gli impianti
  • Appalti pubblici per i servizi di approvvigionamento e distribuzione dell’acqua
  • Il ruolo di appaltanti, come stilare bandi e gare pubbliche attenti alla sostenibilità

Enrico Vissio, Responsabile B.U. Energy e Claudia Giorgione, B.U. Energy ConsultantPraxi

 

16 luglio 2024                

dalle 09.00 alle 13.00

Quali sono gli step da seguire per implementare a livello OPERATIVO la normativa secondo gli standard ESRS o VSME ESRS e IFRS S

Identificare le specificità del settore idrico e le modalità di rendicontazione:

  • La qualità e la raccolta del dato
  • La compilazione di schede e report
  • Il report di sostenibilità

Implementare un processo di classificazione step by step in modo strategico:

  • Le responsabilità
  • Gli obiettivi
  • Raccogliere gli investimenti
  • Programmare gli interventi
  • Conoscere le implicazioni sul business

L’importanza di comunicare per essere trasparenti e generare valore condiviso:

  • Internamente per una strategia globale
  • Esternamente per aumentare il valore reputazionale
  • Tra tutti gli attori aziendali coinvolti

Come trattare operativamente gli European Sustainability Reporting Standards (ESRS) e l’International Financial Reporting Standards Sustainability (IFRS S):

  • ultime novità Direttiva CSR (recepimento entro il 6 luglio)
  • requisiti di progettazione e divulgazione
  • confronto tra ESRS e IFRS S

Walter Rotondaro, CEOTaxLawPlanet

 

dalle 14.00 alle 17.30

ESERCITAZIONE: i partecipanti verranno suddivisi in uno o più gruppi di lavoro e costruiremo insieme un processo di rendicontazione tassonomica, un utile strumento per rivedere o implementare la procedura in azienda step by step

  • Osservazione mercato
  • Organizzazione buy in
  • Pubblico di riferimento
  • Definire i dati
  • Gap analysis
  • Verifica dei dati
  • Definizione informative speciali

A seguito del confronto con i docenti, torneremo in gruppo di lavoro per una seconda esercitazione sul monitoraggio per verificare i dati dichiarati e le azioni da implementare

Walter Rotondaro, CEOTaxLawPlanet

 

18 luglio 2024

dalle 09.00 alle 13.00

Analizzare attraverso l’esame di 2 diverse testimonianze di casi pratici le principali criticità e risoluzioni operative:

Tassonomia e servizio idrico, tra opportunità e criticità. L’esperienza di Gruppo CAP

Matteo Colle, CCO-Head of external relations and sustainabilityGruppo CAP

 

Un case study del settore idrico, dall’implementazione al monitoraggio, superando le sfide della complessità

Samir Traini, PartnerREF Ricerche

 

dalle 14.00 alle 17.30

SESSIONE INTERATTIVA: dibattito e confronto tra addetti del settore sul tema della tassonomia e la sua implementazione

  • Gestire le criticità che emergono nel corso della classificazione delle attività economiche
  • Quali problematiche ritardano il processo di adozione e applicazione del processo
  • Ruoli dei vari attori aziendali in causa nell’applicazione dei criteri tassonomici e possibili difficoltà
  • Proposte per il miglioramento delle procedure al fine di garantire una maggiore trasparenza e affidabilità
  • Chi è il responsabile della supervisione e dell’applicazione e come può essere supportato per garantire un’efficace implementazione
  • Valutazione dell’impatto economico degli investimenti volti a favorire la transizione verso un’economia più sostenibile

Walter Rotondaro, CEOTaxLawPlanet

 

Scarica programma

Date e sedi


Tassonomia green per l’idrico11 Lug 2024 > 18 Lug 2024
In promozione 1.399,00 €fino al 03/06
21 ore
online

Formazione in House


Sceglici per la tua formazione personalizzata: a partire dall’analisi dei tuoi obiettivi e delle tue esigenze progettiamo una soluzione su misura adattando i contenuti per la tua azienda. Scegli tu come, dove e quando

Siamo a tua disposizione per maggiori informazioni


Resta aggiornato sulle ultime novità e gli eventi iKN