Torna agli insight

Identità Digitale in evoluzione: Andrea Spallacci discute il ruolo della CIE con l’avvento dell’EUDI Wallet e dell’IT Wallet

In questa intervista esclusiva, abbiamo incontrato Andrea Spallacci, Product Manager & Member of the eIDAS Cooperation
Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato – IPZS, un’istituzione che sta al centro delle innovative trasformazioni in atto nel campo dell’identificazione digitale in Italia.

Con l’imminente lancio dell’EUDI Wallet, un progetto destinato a rivoluzionare la vita digitale dei cittadini e delle imprese, discuteremo il ruolo cruciale che la Carta di Identità Elettronica (CIE) giocherà in questo scenario emergente.

In vista dell’uscita dell’EUDI Wallet, che cambierà la vita digitale di cittadini e imprese, quale sarà l’effettivo ruolo della CIE all’interno di questo progetto?

La Carta di Identità Elettronica (CIE), garantita dallo Stato e rilasciata dal Ministero dell’Interno, oltre ad essere un documento di identità è anche la chiave di accesso che permette al cittadino di autenticarsi con il massimo livello di sicurezza ai servizi online pubblici e privati. La CIE, che dispone del massimo livello di sicurezza previsto dal Regolamento eIDAS, diventerà con l’arrivo dell’EUDI Wallet, lo strumento cardine per l’attivazione del portafoglio elettronico e permetterà al cittadino di inserire e gestire in completa autonomia i propri dati identificativi, necessari per l’accesso ai servizi telematici.

Quali novità ci saranno relativamente alla gestione delle identità dei cittadini nel 2024 – 2025?

L’Italia ha deciso di bruciare le tappe e anticipare l’Europa sul tema Wallet di identità. È in programma per quest’anno l’uscita del wallet italiano, chiamato IT Wallet. Esso sarà attivabile con la CIE e conterrà, oltre i dati identificativi, anche la tessera sanitaria, la patente di guida e la disability card. In un secondo momento, il set di funzionalità del wallet sarà ampliato includendo anche i documenti che abitualmente utilizziamo nei rapporti con le aziende private. IT Wallet si affiancherà ai sistemi già in uso per l’identificazione online ai servizi telematici e permetterà anche interazioni offline, come la verifica della patente di guida da parte delle forze dell’ordine.

Incontra Andrea Spallacci il 12 marzo a Trusted & Digital Identity, l’evento focalizzato sul tema della Digital Identity.

Resta aggiornato sulle ultime novità e gli eventi iKN